Vegani, questi sconosciuti.

Mangiare (vegano) in India è stato difficilissimo.

Vero, siamo difficili. O meglio, siamo molto, troppo semplici. Vegano non esiste, o quasi. Esiste vegetariano, ma vegano è ancora il grande sconosciuto. E anche l’inglese non è così masticato… l’hindi inglese si, quello lo parlano tutti. Quindi vai a spiegare che il burro, il ghee (burro chiarificato), il formaggio, il latte e pure lo yogurt, per un vegano sono alimenti off. C’è chi ti mette il paneer (una sorta di formaggio cagliato freschissimo) dovunque, pensando che non appartenga alla categoria dei latticini. Ma questo prima lo devi scoprire, poi devi scoprire come si chiama questa cosa bianca che sembra tofu, poi devi iniziare a farti largo e a essere anche un po’ aggressivo, sempre con il sorriso sulle labbra. Rimandare indietro i piatti perché il riso viene saltato in una padella imburrata nel ghee, perchè il ghee è nascosto sotto il piccante… ma, ahimè, chi come me ha il fiuto anche per scoprire il latticino anche nel piatto del vicino, proprio non ha vita semplice. Ho incontrato tanti vegani, o presunti tali, qui in India. Stranieri. Tutti mi hanno detto che qui si sono ridimensionati, che sono scesi a patti con i latticini, che si prendono un periodo di pausa….! Per me è impossibile perchè il solo odore del latte mi produce il voltastomaco ( e anche se so perfettamente che è una “questione di testa”, perlopiù) e quindi non riesco proprio a “scendere a patti”. E neppure lo voglio. La cucina indiana è così varia e ricca e creativa che saprà stupirmi! Dico io! In effetti dopo un pò si impara a prevedere ogni loro mossa, si impara a conoscere i piatti, i nomi, si sa come chiedere e come supplicare!

I latticini, in particolare, sono però qualcosa che appartiene alla sacralità della cucina indiana; per gli indiani è Impensabile immaginarla senza. Ti guardano veramente strano quando affermi che non mangi nulla che derivi dalla mucca.  Insomma, ordinare in un ristorante o in un chiosco o dovunque, per un vegano, non è cosa semplice e richiede, sicuramente, tanta, tanta, tanta pazienza e concentrazione.

DSC_0144

Quindi, consiglio a chi, vegano, si ritrovi a dover mangiare in India:

1. Trascorrete serate a imparare i nomi dei piatti: google vi darà una mano. E’ la cosa più preziosa quando si deve ordinare.

cerco la connessione

Devi sapere cosa è una dosa, un idli, un sukka, il thali. E’ necessario per districarsi al ristorante, soprattutto se il cameriere non parla (bene) inglese. L’ignoranza non ha mai portato lontano! Ma sbagliando s’impara!

2. Cercate forum vegan in India. Ci sono gruppi molto attivi anche su Facebook, basta cercare veganindia, e si trovano tantissime informazioni, suggerimenti anche su prodotti non alimentari (tipo cosmetici, saponi, dentifrici..).

DSC_0287

3. Ossessionate gli indiani, siate determinati e ripetete a costo di farvi sembrare scemi, che non volete Ghee, Paneer o Curd (yogurt). Gli indiani non si offendono, non se la prendono, vi sorrideranno sempre.

bazaar5

4. Come tutti sanno la cucina indiana è Molto Speziata e spesso piccante. Sottolineate sempre, se avete dei bambini, che non volete le spezie. Anche se il piatto non le prevede. Noi abbiamo mangiato perfino un’anguria speziata!!!!!!!

DSC_0296

5. Lo zucchero. E’ ovunque. Bianco e raffinato. In qualsiasi succo, frullato, macedonia. Ovunque. Dite sempre che non volete lo zucchero, altrimenti sarà l’ingrediente base di ogni vostra richiesta. Prima lo imparate meglio è.

DSC_0317

6.Riempitevi di frutta fresca e armatevi di coltellino o pelapatate per sbucciare anche tutte le carote, rape, cetrioli che trovate per strada, ovunque. Si trova anche tanta frutta essiccata: fate incetta di fichi, banane, uvetta, datteri. Non morirete mai di fame. Soprattutto chi ha bimbi e deve essere sempre pronto a gestire la fame improvvisa!

avere un frigo

E’ faticoso, veramente snervante a volte, ma gli indiani sono molto gentili, se non vi piace vi rifaranno il piatto!

I nostri bimbi hanno dovuto imparare anche questo: quando si ordina al ristorante si deve professare l’assoluto silenzio!

colazione da dathu

IL RISCHIO DI NON ESSERE CAPITI E QUINDI RITROVARSI CON CIBO DIVERSO DA QUELLO RICHIESTO E’ DAVVERO ALTO.

DSC_0003(Ristorante nel Goa, sfiancata)

E comunque, dopo qualche settimana, tutto si trasforma. L’India è così. In ogni ambito. Imparerete a farvi largo e a sorridere di ogni situazione. Buon’appetito!DSC_0046

3 pensieri su “Vegani, questi sconosciuti.

  1. Che bel racconto cara, ero cosi affascinata che ero qui a lavorare per il corso di domenica, piena di cose da fare, una torta per Elena del Fram per domani festeggiare il suo compleanno, catering per sabato in mezzo al corso …e tutto il resto della quotidianità. Ma ho guardato un attimo facebook e lego che c’è il blog…bravissima, bravissimi, bellissimi, coraggiosi, pieni di vita e di amore, site proprio fantastici. Ho letto tutto, lascio solo qui il mio saluto ….è per noi vegani li è dura allora…ma dai che come hai detto vai trovando delle strategie per non solo sopravvivere ma anche godere del loro meraviglioso cibo, a me piace moltissimo ma li sarà molto più carico di spezie di sicuro di quello che umilmente faccio io….I bimbi che meravigliosa esperienza per loro …che belli e che teneri…cara Caterina un mega abbraccio a te, tuo compagno e i bimbi belli. Elisabeth

    Mi piace

    • Grazie mille Elizabeth! Sapessi quanto ti ho pensata e ti penso! A volte chiudo gli occhi e immagino qualche tua prelibatezza… e lo spirito si rasserena. Sono davvero felice che ci segui, anch’io seguo tutte le tue potenti rivoluzioni e l’energia che metti in ogni cosa che fai. Quando tornerò un pasto con te è assicurato! Ti mando un bacio grandissimo, magari un giorno parleremo del tuo Brasile, che in questo giro non tocchiamo, ma magari il prossimo partirà proprio da lì. Ti stringo, buon lavoro, buone creazioni, salutami Elena e dalle un bacio da parte mia! Buona Bologna, sempre bella.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...