Miranda, l’altra faccia della luna.

Miranda è molto diversa da Ines. Diciamo che sono decisamente una l’opposto dell’altra; sono sempre insieme e condividono ogni situazione, ogni esperienza. Si compensano, si stimolano, discutono, spesso si abbracciano.
ines miri sorridentiC’è da dire che si fanno molta forza: dove non arriva una arriva l’altra, e viceversa.

Dove Ines è creativa, Miranda fantasiosa. Il lato selvaggio di Ines è compensato dall’estetica di Miranda

miri bindi

Ines è generosa, a volte troppo. Anche Miranda lo è, ma sa essere anche scrupolosa. Ines è aria, Miranda è terra.

miri in caverna

Ines si confronta sempre con la sua tenacia ma anche il suo disordine interiore. Miranda è a volte timorosa, ma ha un’organizzazione interiore invidiabile.

ale miri abbraccio

Ines è accondiscendente e introversa, Miranda è selettiva ma molto esplicita.

miri getto

E potrei andare avanti all’infinito, ma la cosa importante è che insieme si danno tanto e la loro unione è davvero una forza.

DSC_0030 Faticano a stare lontane e spesso, senza un vero perchè, si tengono per mano e mi fanno molta tenerezza.
ines miranda happy diwali Si sono tacitamente suddivise la gestione dei fratelli più piccoli, Ines accudisce Martino, Miranda gioca e si azzuffa con Vinicio. Si sentono grandi uguali, credo io. E la loro organizzazione interna è molto disciplinata.
ines martino parco bengalore miri ninni giochi A volte provo a immaginare quando saranno grandi, quando ognuna avrà la propria vita e vorrà seguire il proprio cammino. Mi chiedo se continueranno a stare vicine, a sentirsi vicine.
ines miri fiume Un giorno sono andata con Ines in un negozio che vende argento indiano e la padrona del negozio le ha chiesto se voleva farsi i buchi alle orecchie. Ines ha ovviamente risposto che lei aveva già il buco sotto il piede e non ne voleva assolutamente sapere. Un grande abbraccio a Meena, e siamo andate via.
ines e meena silvernest Arrivate a casa abbiamo raccontato l’accaduto a Miranda che ha voluto immediatamente, e a tutti i costi, farsi i buchi nelle orecchie. Erano giorni che tornava a casa da scuola raccontandomi delle bambine indiane così ricolme di collane, bracciali, orecchini, cavigliere.
Dopo un breve summit familiare decidiamo che sì, Miranda può farsi i buchi nelle orecchie.
riunioniE così, come fosse un evento solenne, andiamo tutti quanti da Meena, al Silvernest per fare i buchi a Miranda (ringrazio Claudia per le preziosissime informazioni su Mysore!! Thank you very much Claudia!).
have a great day
silver nest gokulam L’attesa è la parte più difficile da affrontare. Dobbiamo aspettare il marito di Meena, è lui l’esperto pistolero (per chi non lo sapesse, i buchi nelle orecchie si fanno con una pistola che spara direttamente l’orecchino dentro il lobo). Meena è mamma di due bimbi e dice che non ce la fa ad affrontare questa cosa!!!!
Aspettiamo il marito. Il negozio di Meena è dentro casa sua, così ci accomodiamo su dei divani all’ingresso. Miranda però è un pò nervosa.
miranda prebuchiPer ingannare l’attesa, di sua spontanea volontà va a rivolgere una preghiera a Ganesh!
miranda prega per i buchi Lei è sempre quella che, appena vede un altare con le divinità, va a prendere il rosso carminio posto davanti per crearsi un Bindi al centro della fronte.  Miranda è così, trova il bello e sa vederlo dovunque.
Le preghiere a Ganesh devono aver sortito un buon effetto, infatti poco dopo è arrivato il nostro uomo.
Miranda si siede e con una calma invidiabile rimane con lo sguardo fisso su un punto…la dea Kali. La casa di Meena è infatti piena statue e di immagini raffiguranti le divinità. miranda buchi Lui con un pennarello le disegna un punto. Il punto. Quando deve passare all’altro lobo, però, non riesce a trovare il punto giusto, quello che esteticamente corrisponde a quello precedentemente disegnato!
miranda buchi2 E così ecco arrivare Meena, la moglie, che con fare pratico femminile cancella il punto fatto dal marito e con un breve confronto con la sottoscritta, trova in un attimo i punti perfetti per rendere le orecchie di Miranda degne dei più argentei orecchini.
Miranda continua il suo Mantra interiore, non batte ciglio e non fa alcuna smorfia o sorriso, o espressione. E’ impassibile. Serena, ma impassibile.
Dopo i puntini fatti con un pennarello viola, è arrivato il momento fatidico.
Il marito scarta gli orecchini scelti da Miranda, inserisce gli orecchini nella pistola e punta. Meena ha capito che deve essere d’aiuto. Solleva i capelli di Miranda e le sussurra parole dolci.
Miranda continua con la sua fermezza. E’ un desiderio grandissimo e l’emozione vibra nell’aria.
I fratelli intanto sono lontani. Ines, ovviamente, sta soffrendo. Lei non sopporta alcun tipo di invasione fisica, che sia nei suoi confronti o in quelli degli altri. Della sorella, poi, non parliamone neppure. In lontananza si sentono le loro voci, ma neppure io li sento, tanto sono concentrata su ciò che sta per succedere.
miranda buchi7 L’orecchino sinistro è il primo che viene inserito. Un attimo, si sente “SCLAC” e il gioco è fatto.
Aspettavo una reazione, un occhio lucido, uno sguardo, almeno. Invece nulla. Seria e concentrata. Fino alla fine.
miranda buchi 5miranda buchi3 La fine arriva presto, in un istante anche il secondo orecchino viene inserito, proprio esattamente sopra il puntino viola fatto dalla moglie.
Miranda finalmente capisce che è tutto finito e che finalmente può uscire dal suo stato di profonda concentrazione. Tutti ridono, arrivano i fratelli, Meena le porta biscotti e caramelle, le dicono che è stata bravissima e che sta benissimo.
miranda buchi8 Finalmente un sorriso esce da questo viso e finalmente anche la mamma può tirare un sospiro di sollievo!
meena e marito con bimbi Alla foto ricordo arriva anche Ines, finalmente sollevata pure lei! Miranda è soddisfatta e veramente felice!

Trascorrono giornate in cui l’unica pettinatura possibile è questa:
miranda partita L’orecchino in bella vista è davvero importante. Non ho ancora capito bene, non credo che in Miranda sia esclusivamente un atteggiamento vanitoso. E’ più qualcosa che completa la sua persona, che la fa sentire più presente, più simile, forse, agli altri bambini che vede qui.
Dopo due settimane siamo tornati al Silver Nest per scegliere i nuovi orecchini, quelli da indossare dopo il tempo necessario per far creare il buco.
miranda orecchini nuovi2Qui la vedete a casa, dopo aver compiuto l’ultima trasformazione, al posto dei primi orecchini ora ci sono le anelle.
Ora, da Mysore è passato un pò di tempo. Le anelle sono ancora al loro posto e  Miranda non ha più bisogno di tirarsi su i capelli per sentirsi bene con i suoi orecchini. Siamo passati al taglio netto e questo è il risultato!
DSC_0109 Vi abbracciamo, da Auroville.

27 pensieri su “Miranda, l’altra faccia della luna.

  1. Bellisima MIranda, anche se per i miei gusti l’ultimo taglio è un po’ troppo corto.
    Ti fa sembrare più grande, ma mi sa che sei diventata veramente più grande!
    Capisco quando dici che gli orecchini completano la persona. io non uscirei senza, almeno le perle mi sono necessarie. Ho sempre un anello in borsa, casomai me lo dovessi scordare. è come un volermi bene e un voler bene agli altri, come a dire “mi sono fatta bella per voi”.
    Buon cammino a tutti!!!

    Mi piace

  2. Anche i miei figli hanno due caratteri differenti che si compensano. Hanno molti anni di differenza, spero che quando entrambi saranno adulti sapranno prendersi per mano e aiutarsi, sempre

    Mi piace

  3. Ciao meravigliosa famigliola, mi chiamo Claudio ho 34 anni e sono calabrese, ho scoperto oggi il vostro blog che è entrato di diritto nella lista dei miei preferiti (quelli sulla barra, cioè tra i siti che controllo giornalmente, pensate che onore). E’ bello mostrare al mondo che un tipo di vita alternativa è possibile, voi poi siete anche vegani (come me) per cui una vita alternativa nella vita alternativa. Un abbraccio con affetto
    Claudio 😉

    Mi piace

    • Ciao Claudio! Grazie delle tue parole che ci danno energia e forza positiva per continuare a camminare su terreni sconosciuti! Anche Alessandro e’ calabrese come lo sei tu! Non facile neppure la tua scelta vegana in terra calabra!!! ti abbracciamo con affetto, continua a farci sapere di te! Ciao

      Mi piace

  4. Ciao amici cari, stiamo passando le sere con Alice a leggere e rileggere i vostri racconti di viaggio, a guardare le foto e a emozionarci. È buffo sentire Alice che dice ” come si è alzata Miranda” o ” con questo taglio ha una nuova espressione” e ” come è bello Martino”.
    Ma quello che dice più di tutto e ” anche io vorrei fare un viaggio così con una sorella! Sarebbe tutta un’altra cosa”. Sicuramente è un meravigliosa esperienza di complicità e affetto. Un abbraccio grandissimo
    Pani e Alice

    Mi piace

    • Mia carissima Pami, leggere un vostro commento mi fa sentire ” a casa”. Sono giorni strani, in cui mi sento esposta al mondo all’improvviso. Avrei voglia di una bella chiacchierata, di ascoltare, finalmente. Ma va bene così, questo fa parte del viaggio e accolgo tutto. Salutaci Ali, credo che potremmo sentirci via Skype prima o poi..no?? Le bimbe sarebbero felicissime!! E comunque ha ragione lei… alcuni dei suoi vestiti sono ancora con noi!!!!
      Ti abbraccio fortissimo, ti penso, tanto.

      Mi piace

  5. Ciao “viandanti”!
    Sono venuto a conoscenza oggi del vostro blog e sono rimasto colpito dalla vostra esperienza.. Mi piacerebbe contattarvi per email, c’è questa possibilità ? Dove trovo il vostro contatto? Grazie. Matteo

    Mi piace

  6. 4 figli…fortunati!
    vegani…coraggiosi!
    viaggiatori all’avventura…invidiati!
    Sono Sara, 41 anni, 2 figli, 1 marito e non sono riscita, ancora, ad avere il coraggio di fare nessuna delle vostre scelte estreme…sicuramente mi fate venire l’acquolina in bocca…mi piace pensare, però, che potrebbe succedere anche a me…per ora vi seguo…magari scopro che è più semplice di quello che credo!!!

    Mi piace

    • Ciao Sara, grazie di essere passata di qui e di aver lasciato il segno! Se posso dirti la verità, cioè la mia verità, hai ragione tu… è più semplice di quello che si pensa! Ti mando un abbraccio, a te e alla tua famiglia. ciao Caterina

      Mi piace

  7. ciao ragazzi, oggi ho scoperto la vostra storia e ne sono rimasto entusiasta. mi chiamo Luciano ed anch’io ho una super famiglia con tre figlioletti di 4,3 e 10 mesi. da diverso tempo con mia moglie fantastichiamo su come e quanto arricchirebbe la nostra vita un’esperienza come quella che state vivendo voi e chi lo sa forse un giorno troveremo il coraggio. nel frattempo vi mandiamo un grande in bocca al lupo e restiamo in attesa di nuovi racconti. saluti da Luciano,giovanna,Rachele,Leonardo e Ginevra.

    Mi piace

    • Ciao Luciano, grazie delle tue parole e di aver speso del tempo per lasciare il segno del tuo passaggio qui! Che grande famiglia che hai pure tu!! E poi tutti vicini…immagino che anche la vostra vita sia piena, costantemente!!! Per partire credo che serva un pò di incoscienza, un pò di coraggio, un pò di pragmaticità, un pò rabbia…forse potrei andare avanti.. ma credo che queste, per noi, siano stati i motori propulsori che hanno trasformato l’idea in qualcosa di concreto. Ti auguro di realizzare qualsiasi sogno che vi faccia star bene!! Un abbraccio grande a te e famiglia, Caterina

      Mi piace

  8. Ciao….sono Estee…so che siete partiti da Auroville e non ho potuto lasciarvi il mio indirizzo E-mail…cosi’ ora vi abbraccio virtualmente e spero di potervi rivedere tutti e 13 tra voi e noi; pensate che baldoria ma che bellezza??? Ho un dolce ricordo di voi…”L’infinito dentro ai vostri occhi…” siamo insieme in questo viaggio chiamato Vita…! A presto…..ogni bene per voi..per noi per il mondo! Costantino ed Estee ed i nostri cinque ” fringuellini…”!!!!

    Mi piace

    • Carissima Estee, Caro Costantino, i vostri sguardi luminosi, le parole calme e ponderate, i vostri figli aperti al mondo e alla vita, siete stati davvero un regalo prezioso nel nostro cammino. Avete lasciato un segno dentro di noi, nonostante il brevissimo tempo condiviso. Ma non è una questione di tempo, sappiamo che ci siete e che portate luce in questo mondo. Il pensiero che corre a voi sarà qualcosa che renderà più consapevole e generoso il nostro essere. Vi ringrazio, con tanto affetto per voi, Caterina

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...