E se tutto attorno, improvvisamente, cambia

Siamo arrivati a Sud.

Abbiamo preso una direzione che non avremmo voluto prendere, ma che inevitabilmente la vita ti chiama a percorrere.

Sono stati, e sono, giorni in cui la nostra famiglia ha dovuto prendere decisioni molto importanti, perchè un giorno, una sera, è arrivato il momento del compito in classe a sorpresa, prendendo a prestito questa espressione dal nostro amico viaggiatore Claudio di TripTherapy.

Siamo sbarcati in Indonesia, abbiamo calpestato il suolo di un’isola meravigliosa, Pulau Weh, che si trova  a Nord di Sumatra; una piccola isola vulcanica, con una natura che sprigiona energia ovunque ti giri, un mare cristallino, visi sorridenti, un concentrato di purezza. Almeno ai nostri occhi che l’abbiamo vissuta per poco meno di una giornata.
ritorno ale i
Il viaggio è stato lungo, dalla Thailandia siamo arrivati in Malesia, dalla Malesia a Sumatra, da Banda Aceh in nave per Pulau.
ritorno mappa
Appena sistemati sull’isola è arrivata la notizia che ogni persona che compie un viaggio lontano dagli affetti, tiene sempre a bada vicino al cuore, perchè spesso i pensieri volano a ciò che potrebbe succedere a chi rimane a casa.
Così la nostra vita e il nostro viaggiare hanno preso un’altra direzione.
La direzione opposta, la direzione verso casa.
Non lo chiamiamo ritorno, non siamo effettivamente ritornati, siamo ancora in Viaggio, perchè questi sei mesi trascorsi ad esplorare il mondo, e noi stessi, ci hanno trasformati e hanno dato una nuova luce al senso di questo cammino.
Seguiamo l’Universo, seguiamo dove ci porta quella strada che esiste dentro ciascuno di noi e che neppure un compito in classe a sorpresa può interrompere.
Fa tutto parte di un unico grande viaggio, di un unico grande Cammino, della Vita, che nel qui e ora ha trasformato le nostre priorità e le nostre aspettative.
ritorno apocalipse
Sappiamo dove bisogna essere, ora.
Sappiamo dove c’è bisogno e dove è giusto andare.
Sono giornate difficili, di sofferenze interiori ma anche di sorrisi di bambini che continuano, meravigliosamente, la loro avventura.
 ritorno fratelli iOra indossano maglioni, scarpe chiuse e giocano davanti al camino.
ritorno camino i
ritorno scarpe i
Vivono ogni esperienza con un’energia pazzesca, vivono la campagna, gli animali, le corse in bicicletta.
ritorno ines cocca
ritorno vinicio biciritorno miri cani iritorno ines martin i
L’Italia del Sud sarà la nostra meta per il prossimo futuro, tra clementine e fiori che preannunciano la primavera.
ritorno clementine iritorno fiori iritorno mimosa i
Non so quanto durerà.
Ora il nostro Viaggio è qui.
ritorno sfoco i
Cercherò di trasformare questo tempo anche per scrivere, per far prendere una forma alle innumerevoli esperienze che abbiamo vissuto in questi sei mesi.
Ma non so bene quando lo farò, le giornate sono scandite da un tempo che non controllo e dagli eventi che si susseguono senza sosta.
Chiedo scusa se non risponderò immediatamente a chi vorrà passare di qui.
Spero di riuscire a tenere uniti tutti, spero di affrontare anche questa prova della vita nel miglior modo possibile.
In India si dice che qualsiasi cosa che succede, succede proprio perchè dobbiamo passarci attraverso. E noi siamo pronti, nonostante tutto, a vivere pienamente anche questo.
ritorno ninni tramong
Vi mando un forte abbraccio, Caterina

40 pensieri su “E se tutto attorno, improvvisamente, cambia

  1. Cara Caterina, sono in lacrime ma sorrido guardando le foto dei tuoi bimbi gioiosi e penso che sono proprio loro, i bambini, a ricordarci in ogni momento, anche il più doloroso, il modo migliore di ‘viaggiare attraverso la vita’, vivendo sempre l’oggi come un dono e portandosi dietro dal passato solo ciò che hanno ‘impresso nel cuore’. Un abbraccio grande a tutti

    Mi piace

  2. Gentile Caterina, vorrei poter condividere in maniera diversa il vostro dolore. Sappia che la nostra presenza, seppur silenziosa, sarà sempre garantita. Non teme, continueremo ad essere uniti a lei ed alla sua splendida famiglia. Un forte abbraccio!

    Mi piace

  3. Ciao Caterina,
    ti seguo da poco, da quando Marcello mi ha indicato il vostro blog durante la sua ricerca di esperienze di vita lontane dalla consuetudine di un esistenza che ci vede non attori ma automi.
    Mi spiace leggere il tuo ultimo post, immagino il conflitto interiore che hai vissuto e che hai condiviso con i tuoi cari.
    Ti leggerò ancora e, magari, essendo anche quasi “vicini di casa” (stiamo a Faenza) un giorno condivideremo insieme una pranzo facendo giocare i nostri bimbi e raccontandoci la vostra esperienza con tutte le parole non scritte ma semplicemente vissute. Poi, essendo siciliani, magari potremo offrirvi l’esperienza del nostro sud, poca roba rispetto a quello che avete vissuto voi ma pur sempre utile a proseguire il vostro viaggio.
    Un abbraccio.
    Valentina

    Mi piace

    • Carissima Valentina, che bello! Quando torneremo al Nord….chissà quando, sarà davvero bello poter condividere racconti e un bel pranzo insieme. Siamo davvero vicini di casa! Ti ringrazio, ti mando un abbraccio forte, uno anche a Marcello e ai tuoi bambini.

      Mi piace

  4. Ciao Caterina, leggerti in questi mesi mi ha dato tanto. Vorrei potervi abbracciare e coccolare per un tempo indefinito, e ricambiare anche se in piccola parte di ciò che ho ricevuto. Vi penso sempre con tanto affetto.

    Mi piace

  5. Caterina, possa la serenità’ che avete sempre emanato fin dalle prime pagine di questo blog, aiutarvi a superare questo difficile momento. Vi abbraccio e vi ringrazio, i tuoi scritti sono riusciti a strapparmi un sorriso anche nelle giornate più difficili.

    Mi piace

    • Carissima Alessandra, grazie di aver lasciato il segno del tuo passaggio qui. Sono contenta di ciò che mi scrivi, noi continuiamo il nostro cammino e, davvero, grazie a te! Il sorriso ora me l’hai strappato tu! Un abbraccio

      Mi piace

  6. Bellissimi sentimenti, ricchi di esperienza e malinconica consapevolezza, sono certo visti gli accadimenti che saprete essere uniti e che avete una forza fuori dal comune, spero solo che possiate essere sereni nelle vostre decisioni e che il calore della spensieratezza dei vostri figli vi accompagni nel vostro viaggio ovunque siate diretti, vi sono vicino in questo difficile momento.

    Mi piace

    • Carissimo Aldo, le tue parole ci hanno veramente colpiti e commossi. Grazie di cuore. La tua presenza qui, e non parlo soltanto del blog, è sempre stata preziosa e davvero importante. Sappiamo quanto ci sei vicino, e cercheremo con tutte le nostre forze di mantenere grande e aperto il cuore.
      Un abbraccio forte, Caterina

      Mi piace

  7. Un abbraccio grande, che aggiunga forza alla forza che viene richiesta in questo momento. Grazie di mettere in condivisione i vostri bellissimi passi, anche quelli faticosi e dolorosi. Aiutano tutti, penso, ad affrontare con maggiore consapevolezza i propri.

    Mi piace

    • Carissima Emanuela, ti ringrazio con il cuore per la tua presenza. Le tue parole, sempre, mi scaldano il cuore e mi riempiono di gioia. Spero di riuscire a continuare questo Viaggio, in qualsiasi direzione esso sia, con il cuore grande e il coraggio che continuo a vedere negli sguardi dei bambini. Ti abbraccio forte, Caterina

      Mi piace

  8. Cara Caterina,
    sono inciampata tra le vostre pagine in un momento in cui anche io mi trovavo lontana di casa, per la prima volta, in un viaggio quotidiano di scoperta e trasformazione.
    Nel posto dove sono stata, abitato da persone che, almeno sulla carta, devono affrontare sfide più grandi delle mie, ho sentito usare spesso un’espressione che mi ha colpita: gli inglesi utilizzano l’espressione ‘get through’ o ‘come through’ per raccontare di qualcosa che hanno superato, cui sono sopravvissuti, qualcosa che – ce l’ho fatta. Se come scrivi, spesso ci è richiesto di passare attraverso cose o situazioni che non abbiamo scelto, questa stessa espressione ci restituisce l’idea di un punto iniziale e uno finale, di un prima e un dopo: è quindi sempre un movimento in avanti. Nel mezzo sta tutto il resto, quella cosa che si chiama vita, di cui voi siete pieni in modo meraviglioso. E’ per questo che leggervi dà conforto e coraggio.
    Vi mando un abbraccio forte,
    Lara

    Mi piace

    • Carissima Lara, perdona il ritardo con cui rispondo alle tue bellissime parole. Il solo sapere che qualcuno, nel mondo, si ferma e dedica un pensiero e delle parole a tutti noi mi commuove. Grazie. Non m’aspettavo tanto affetto e tanta sincera partecipazione. Sono d’accordissimo con ciò che scrivi, tutto ciò che c’è in mezzo è Vita. E nonostante spesso ci sia bisogno di ricordarselo, è proprio così. Ti mando un abbraccio forte, ti auguro ogni bene e spero di risentirti. Ciao Caterina

      Mi piace

  9. Carissimi, grazie per tutto quello che sin qui avete saputo regalare. Piccoli passi che cambiano il mondo. Anche questo, anche se doloroso, fa parte di quella strada. Il tempo saprà insegnarvi come.
    Vi abbraccio con la consapevolezza che avete cambiato qualcosa in me.
    Sara

    Mi piace

  10. Cara Caterina,
    Ciò che ha interrotto il vostro percorso che vi eravate programmati, ha fatto si che abbiate potuto apprezzare l’esperienza passata e compreso che ogni evento possa essere una nuova ricchezza.
    Comunque di facile comprensione che ci sia della tristezza iniziale!
    Ti invito a leggere ogni tanto il mio blog nei momenti un po giù così da farvi due risate!

    https://mammachegiuoia.wordpress.com/

    A presto!!!

    Mi piace

  11. Cara Caterina,
    si, la vita è imprevedibile. Ho scoperto questo blog grazie all’articolo su Repubblica, e senza neanche accorgermene, mi sono immersa nella lettura dei tuoi pensieri. A volte invidiando la spiritualità con cui vivevate quei luoghi magici, altre magari non condividendo delle scelte, ma sempre con l’apertura di un pensiero che, in fondo, ognuno si approccia alla vita nel modo in cui ritiene più giusto.
    Viaggiare ti arricchisce, ti fa crescere, e con viaggio non intendo solo in giro per il mondo, ma anche scoprendo un angolo del tuo quartiere che fino al giorno prima non si conosceva. Se il destino vi ha riportato a casa, e vi farà visitare nuovi luoghi della nostra penisola, sono convinta che vi ricoprirà del giusto calore di cui avete bisogno in questo momento.
    Abbraccio te e la tua famiglia, nonostante non vi abbia mai conosciuto se non attraverso le tue parole, ma con cui ho provato grande empatia durante questa incredibile esperienza. Spero che, avendo 25 anni e un grande desiderio di viaggiare, un’esperienza del genere arricchisca presto anche me.
    Martina

    Mi piace

    • Carissima Martina, che bellissime parole e che profonda saggezza…l’avessi avuta io a 25 anni!!! Vedrai che altra ricchezza si aggiungerà certamente alla già tanto ricca visione dell’esistenza che possiedi. Ti ringrazio, sono d’accordo con ciò che dici e la penso esattamente come te. Ti mando un abbraccio, Caterina

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...